0072: tre francesi

gennaio 28, 2007

Ieri sera era sabato, e ho sentito il bisogno di riprendere il lavoro. Non che mi piaccia, anzi: però sento il dovere di continuare a guadagnare, nonostante la mancia del riccone greco di Natale sarebbe sufficiente a farmi rimanere in vacanza fino a fine febbraio.

Mi sono spinta un po’ fuori dalla città in cui vivo, e ho trovato, dopo lunghe ricerche, un locale “fashion”. Potenzialmente ricco di clienti per me.

Non dovrei essere io a dirlo, ma ieri ero davvero arrapante: nè volgare, nè troppo esplicita, ma terribilmente arrapante. Si vedeva, d’altronde, dagli sguardi che ricevevo, e dal fatto che, prima dei clienti, ben cinque maschietti si sono fatti avanti per conoscermi.

Uno di loro mi ha colpito, dicendomi: “Lo so, sono il numero X, e di me ne trovi quanti ne vuoi. Forse il tuo problema è proprio questo, che nessuno si mostra per quello che è. Non credi?”.Peccato che fosse proprio brutto… sennò, come inizio, non era male affatto.

Dopo due tentativi andati a vuoto (uno non aveva capito, e l’altro NON AVEVA SOLDI, mi ha pure fatto vedere il portafoglio!), si avvicinano tre francesi, che parlavano un italiano discreto. Parliamo per qualche minuto, poi chiedo 500 euro per fare il solito servizio a tutti e tre.
Parlottano tra loro. Poi cercano di far scendere il prezzo. Niente da fare, non mollo. Accettano, come era ovvio.

Ci mettiamo in disparte, in una specie di privè. Danno venti euro di mancia al buttafuori, e chiedono di non essere disturbati. Io sento tutto, e approvo: ci mancherebbe che mentre lavoro entra qualcuno e rovina tutto.
Mi faccio dare i cinquecento euro: dieci pezzi da cinquanta.

Mi tolgo la giacca, e comincio a stuzzicarli un po’, parlando con loro di qualche fantasia erotica, e di altre cazzate. I minuti passano, e sembrano stare al gioco. Bene, in un certo senso mi sto quasi divertendo anche io.

Uno di loro è biondo, occhi azzurri, lineamenti duri e decisi. Un altro si chiama Philippe, è bassino ma carino, moro sia di capelli che di carnagione. Il terzo dovrebbe essere di origini africane, tipo algeria o marocco. Molto alto, decisamento bello, sembra quasi il “capo” del gruppetto.

Mi chino e comincio a tirarglieli fuori, uno ad uno, e poi me li prendo in bocca a turno, sorridendo e guardandoli dal basso in alto. E’ una cosa che fa sempre eccitare un uomo. Loro chiacchierano, ogni tanto alzano il volume con ululati e risa, e sembrano divertirsi.

Il terzo, mentre glielo prendevo in bocca, mi prende la coda dei capelli e mi spinge vigorosamente ad ingoiarlo per bene. Devo essere sincera: è proprio un bel ragazzo, e la cosa sta piacendo anche a me. Mi concentro su di lui, e tengo a bada gli altri masturbandoli, e carezzando ogni tanto i loro testicoli.

Scopro che il terzo si chiama Pierre. Si è eccitato tantissimo, ma non vuole venire subito. Il primo, quello biondo, invece non resiste, e comincia a masturbarsi velocemente di fronte a me. Lo prendo in bocca, e lo lascio venire, cercando di non farmi sporcare. Mi riempe la bocca di sperma, e io continuo a succhiarlo e muovermi su e giù, per chiudere in bellezza. Dopo qualche secondo, quando lui è esausto, mi stacco dal suo uccello, mostro il suo sborro in bocca, poi lo ingoio. Ride di gusto, apprezzando il gesto.

Mi rivolgo agli altri due, mentre il primo rimane intontito a guardare. Philippe, il bassino moro, comincia anche lui a masturbarsi velocemente. E’ il suo turno, e ripeto la procedura: lo prendo in bocca, lo lascio venire, tastandogli le palle per aumentare il suo piacere, e ficcandogli un dito nel buco del culo. La cosa lo fa godere come un maiale, urlando di gioia.
Anche per lui, apro la bocca mostrandogli il suo sborro, e poi lo ingoio. Rido.

E’ il turno di Pierre, che ha resistito finora con qualche difficoltà. Ora è lui a prendermi la coda dei capelli con una mano, e masturbarsi con l’altra. Vuole schizzarmi addosso, e io lo lascio fare, guardandolo fisso: lui, gli occhi intensi che mi guardano, mi sborra addosso, copiosamente. Mi sporca il viso, le tette, e anche il vestito. Dura per diversi secondi, e schizza più volte. Sette, forse, o otto. Al termine, è soddisfattissimo, e con mio enorme stupore mi rifila uno schiaffo, non fortissimo ma nemmeno leggero.

Decido di non reagire, anche perchè in certe situazioni non si sa mai. Aspetto qualche secondo, e lui si siede sul divanetto per rilassarsi. Prendo dei fazzoletti nella borsetta, mi pulisco alla meglio, e mi alzo. Mi guardano, senza dire nulla, ma sorridendo tra loro, soddisfatti. Me ne vado, e per fortuna nessuno di loro decide di fermarmi. Uff, per un momento mi erano presi dei timori angosciosi.
Nella mia “carriera”, mi è capitato solo una volta di essere picchiata: è una esperienza che non auguro a nessuno, e la cosa peggiore è che non sai quando il maschio smeterà. Potrebbe anche andare a finire malissimo, per quel che ne so io.

Tornata a casa, mi sono sciacquata la bocca con un disinfettante orale, ho pulito i vestiti, e poi una doccia calda. Ho lavorato anche troppo. Domenica sera mi riposerò.

0072-0074: tre francesi, 14, 15 e 20 centimetri, ingoio, 27 gennaio 2007.

4 Risposte to “0072: tre francesi”

  1. pam Says:

    grande il tuo modo di gestire la situazione…
    io avrei avuto paura.

  2. Fran Says:

    N.B. lo skiaffo di Pierre mi ricorda ke gli uomini sn tt bastardi, inclusi qlli ke appena me li hanno presentati e ai quali ho detto questa cosa mi hanno risposto: ma io sn diverso…ke uomini hai frequentato?
    stronzate

    Fran

  3. mek Says:

    ke puttana !!!

  4. io Says:

    io cel ho 21 cntmtr e ho 19 anni…vuoi farlo anke a me?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: