0009: X. E Riflessioni

ottobre 11, 2006

Il numero 0009 non ve lo racconto, non mi va.
0009: X, menta, 19-20 centimetri, 11 ottobre 2006.

Rifletto sulla mia vita: nessun punto fermo, nessuna certezza, tanta paura dell’ignoto.
Ragionandoci, non è una questione di soldi (se ne hai a sufficienza per vivere in maniera dignitosa): che c’entra, fanno sempre bene… ma non è una questione di soldi.
Se mi ritrovassi in mano una cifra importante, non sarei MOLTO più felice. Sarei solo un po’ meno preoccupata del futuro, ma non per questo FELICE. E’ la felicità che cerco, non la corsia preferenziale verso la pensione.

Questa felicità la cercano tutti, no? Qualcuno la trova per qualche momento… ma come si fa, dannazione, per tenerla con sè e non lasciarla più andare?

Il mondo sembra sempre più solo. Le persone, sempre più sole e tristi. Meno ore per dormire, meno ore per leggere, per viaggiare, per rilassarsi. Mi manca la mia adolescenza, quando i ragazzi della mia età giocavano in strada insieme a noi teenagers. Lavoravano, ma avevano tempo anche per quelle cose. Ora il tempo non c’è più.

Sarà, ma secondo me siamo messi male. Sigarettina, e buonanotte.

13 Risposte to “0009: X. E Riflessioni”

  1. Joe Tempesta Says:

    Se la felicità fosse semplice da trovare e da mantenere a un certo punto diventerebbe come l’acqua calda in casa: è una specie di miracolo, ma la diamo per scontata e non ci facciamo più caso.
    La felicità *deve* essere rara, e il momento felice deve durare appunto un momento. E’ la sua caratteristica.
    Per il resto della vita, già una traquilla serenità sarebbe una bella conquista. Quantomeno alla portata.
    Di sicuro però il lavoro che si sei scelta non ti aiuta. Non perché “moralmente” inaccettabile: semplicemente perché è chiaro che non ti piace.

  2. hirpus Says:

    La tua metrica è entusiasmante.
    dovresti, però, abbassare il cuneo fiscale.
    Brava
    Ciao

  3. unoalgiorno Says:

    Joe, hai ragione su tutto. Soprattutto sul fatto che del mio lavoro mi piace solo la paga. Tutto il resto fa schifo. :-(

    hirpus, le tue parole sono simpaticissime.
    Nel leggere “cuneo fiscale” mi sono messa a ridere come una bambina!!
    Tanto di cappello :-)
    Baci


  4. “La vita è un’insieme inesauribile di esperienze, ogni giorno un’opportunità, una scoperta, ogni istante la possibilità di imparare, aprendo la propria mente a nuovi orizzonti, arrivando alla consapevolezza che l’esistenza è di per sé un viaggio esclusivo. Curioso se vogliamo, per alcuni versi talmente privato da risultare eccessivo, da sembrare folle al giudizio di altri. Quante vite diverse, quanti attimi, quante emozioni sul filo… quanti incontri.
    Ricordi e pensieri.
    Facce e discorsi.
    Quanti sbagli.
    Quanti baci rubati.
    Quante gioie la vita, attimi infinitamente brevi. Che intensità la vita.
    Che delusioni nella vita, momenti di tristezza che non vogliamo ricordare.
    Quante stelle, e che paesaggi, che profumi, che sapori… le luci e le stagioni, i colori e gli stati dell’animo. La vita è un momento, un momento lunghissimo che scorre veloce. Sta a noi cogliere le occasioni, vivere ogni singolo giorno afferrandone l’essenza.”
    Ci fu una lunga pausa, silenzio. Alzo per un attimo lo sguardo cercando l’orizzonte.
    “La vita è un’insieme di moltitudini…”

    non hai risposto a STASERA FERIE… che ne pensi…

    per quanto riguarda questi momenti tistri, l’unico consiglio è quello di viverli a pieno, senza la pura di soffrire o di capire, lascia che la malinconia ti scavi dentro, dalle un senso… ad ogni discesa corrisponde una salita, la tua sensibilità ti porta a vivere questo… perchè ce l’hai dentro, era Nietzsche che diceva che si può vivere solo quello che abbiamo dentro. E questo lo si rilegge anche in te. Hai un modo di scrivere e di vedere le cose che lascia trasparire tutta la tua sensibilità, che si contrasta molto con la cruda realtà di questo mondo, plasmato da capitalisti senza anima.

    A presto J.

  5. Nome (obbligatorio) Says:

    du palle…

    ma quando cresci?

  6. giuli Says:

    l’adolescenza non è sempre felice,anzi.

  7. Laù! Says:

    ti ho incontrato tra i tanti commenti in un blog amico…ti ho letto..oggi ti lascio un commento..
    sto ascoltando Van Morrison con ‘Searching for someone exactly like you’..ha ragione Joe la felicità per come la intendiamo noi non esiste, non può esistere ci annoieremmo nel giro di qualche ora..
    Credo che il segreto per stare bene sia circondarsi di persone che sappiano stare in silenzio con noi, che sappiano volerci e vederci per quello che siamo..
    Se il tuo lavoro non ti piace fermati, puoi farlo e lo devi fare…non sono qui per moralismi che sarebbero abbastanza scontati. Sono qui per dirti che per quanto incasinata e complicata la vita si può trovare una soluzione…basta guardare il cielo, magari non quello di Milano…ma credo tu capisca a cosa mi rifesco..cerca di stare bene

  8. Nome(obbligatorio) Says:

    x giuli: se nasceva brutta e cozza che faceva? buah ah ah. ancora non ha capito che la felicità è effimera? ma quanti anni ha? non manca di dare dello stupido ai suoi clienti per ogni minima cosa, ma i suoi clienti di solito sono uomini di successo, che col loro lavoro sono riusciti a garantirsi un certo tenore di vita, lei per campare, beh, lo sapete tutti cosa fa. quindi…

    saluti mai melensi,
    Nome(obbligatorio)

  9. giuli Says:

    e se tu non fossi nato?
    ha 27 anni,la felicità è effimera,e allora rinunciamo a cercarla?no,grazie.
    quindi cosa?chi sei tu per giudicare?

  10. unoalgiorno Says:

    per il simpaticone che nemmeno si firma con un nome, eccoti qualcosa dedicato a te:
    ” ”

    per tutti gli altri: grazie dell’affetto e delle belle parole. Siete sconosciuti, ma le vostre coccole mi confortano.
    Baci

  11. zedla Says:

    Credo di più alla serenità che alla felicità, la felicità è fugace, la serenità è un frutto che è cresciuto e che cresce con tanta cura…

  12. koalaubriaco Says:

    forse è vero che siamo tutti più soli…sembra un controsenzo, viviamo in un era in cui con un semplice gesto puoi comunicare con una persona di un altro continente, ma magari non conosciamo il nostro vicino di casa…è una situazione triste…sconfortante…shalom!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: